Miopia

miopia.jpgLa miopia è dovuta, nella maggioranza dei casi, ad una eccessiva crescita del bulbo oculare, fenomeno che compare il più delle volte nel periodo dello sviluppo (9-14 anni).

In questo vizio di vista le immagini che provengono da lontano vanno a fuoco davanti alla retina risultando,così, sfuocate. L'entità della miopia si misura in Diottrie. Ogni millimetro di maggior lunghezza dell'occhio determina la comparsa di 3 diottrie di miopia (una diottria corrisponde ad un aumento di 1/3 di millimetro).

L'evoluzione della miopia è determinata da fattori genetici; non è, quindi, influenzabile in alcun modo nè può essere imputata ad eccessivi sforzi visivi, a diete o ad altri fattori esterni. L'aumentata dimensione del bulbo oculare, oltre a determinare una sfocatura delle immagini, comporta un assottigliamento della retina, ragion per cui, ai pazienti miopi, si consigliano visite del fondo degli occhi a scadenze regolari (circa una volta l'anno) per identificare e curare in tempo quelle lesioni che possono portare al distacco di retina (patologia molto più frequente in pazienti miopi).

Come si cura?

L'occhiale è la prima soluzione per affrontare una miopia di lieve entità, soprattutto se il paziente è molto giovane. Con l'aumento della miopia l'occhiale può diventare pesante, antiestetico e, non in grado di fornire una buona qualità della visione; quando ciò si verifica si può passare ad un uso consapevole e controllato delle lenti a contatto. L'alternativa a questi mezzi di correzione è sempre più rappresentata dagli interventi di chirurgia refrattiva.


(Clicca i pulsanti sottostanti per approfondire)

Chirurgia Refrattiva Laser (PRK, LASIK, LASEK, SMILE)
Lensectomia Refrattiva Laser (FLACS)

Richiedi Informazioni

Per richieste, appuntamenti, consulenze o informazioni utilizza il modulo sottostante

 

Codice captcha

Fare clic sull’immagine per vedere un altro captcha.